senza pelle

anche respirare. con i polmoni chiusi. facile per chi non sa, per chi non capisce. -scrivere solo quando si deve esprimere un dolore- è un po’ di tempo che penso a quanto il cambio radicale di abitudini cambi allo stesso modo – radicale – i rapporti col mondo. improvvisamente smetti di esistere. praticamente per tutti. -è un treno, un treno … Continua a leggere

happy new year (incompleto)

ancora tu? ma non dovevamo vederci più? e poi che cosa è successo? non capirò mai… che cosa spinga certi uomini a cercare la mia compagnia e il poco d’affetto che ancora riesco a spremere dai recessi più profondi… anche perchè. ahimè, temo di star esaurendo la pazienza, la voglia e la curiosità di cercare qualcuno che sia diverso dalla … Continua a leggere

violenza

mi dici che l’amore è una guerra. mi dici che la vita è una guerra. e tu combatti stoicamente mio bronzo di riace, mia statua vivente. me è finto e non serve. lottare per sopravvivere. non ha senso. io voglio vivere e questa è tutta un’altra cosa. e lo farò lontano da te. mi dispiace da morire. 

like a natural woman

una vita che non scrivo qua sopra… riguardo indietro. quante storie… quanti solchi. adesso come allora, ed è passato solo qualche mese, ma mi sembra un tempo infinito, scandito da tantissimi piccoli gesti quotidiani, a volte sempre uguali, mi ritrovo davanti ad uno schermo e davanti allo schermo, me stessa.  lacrime… poche, versate per sbaglio o per troppa emozione. ma … Continua a leggere

piacevoli(?)ritorni

così sei tornato e ti sei ripresentato alla mia porta. anzi, mi hai rincorsa all’uscita del nostro solito locale, forse un po’ più tuo… fra dieci minuti sotto casa tua, perentorio, come sempre, affascinante, come sempre. incredibile ammettere che in qualche modo sentivo la tua mancanza… mai più di un pensiero, ma che quando arrivava era un brivido caldo lungo … Continua a leggere

romanticismi

quanto si riesce ad essere patetici, a volte. in un modo o nell’altro ad un certo punto della serata è obbligatorio cadere nella spirale della paranoia. e compiacersene, anzichè godere della gente intorno, anzichè viversi a fondo i propri anni, stupidi e fragili e volatili. rimanere succubi della propria parte morbosa, ricamare sopra le nullità e stordirsi… quanto è inutile … Continua a leggere

lettera

Oggi mi hai fatto leggere una lettera. Non avresti dovuto, troppe le cose personali che contiene. Di una tua ex amante. Di una donna che a tua detta stimi e secondo me sotto sotto ami ancora. Di una donna disperata. Io mi sono fermata prima di cadere in un vortice simile. Ma ti assicuro che è stato tremendo leggere nelle … Continua a leggere

non morire

salgo le scale. devo controllarmi. sudo. lui è lì dentro che mi aspetta. e stanotte lo voglio uccidere. sudo. respiro veloce… le medicine mi fanno male. le scale. la porta. anni di incubo dietro quella porta. di paura del buio non picchiarmi, la mamma no, lasciala! mio fratello chiuso in camera. perso nella sua mente malata, così dicono. ma secondo … Continua a leggere

postumi

il problema è sempre il dopo. prima non ci pensi… sai che dovresti ma poi… è ora di ammettere che un certo masochismo è normale. sempre che si sappia riconoscere la soglia oltre il quale tutto è lecito ma quasi più niente è appagante. (in realtà adesso vorrei solo fermarmi. respirare.) ma se mi fermo non ci sarà più un … Continua a leggere